Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. Ok Voglio saperne di più

Nasce il nuovo ente bilaterale dell’agricoltura del Trentino. Formazione, salute e sicurezza, lavoro

lun 16 dicembre 2019

Prende il via formalmente il nuovo Ente bilaterale dell’agricoltura. Questa mattina c’è stata la costituzione davanti al notaio. I soggetti costitutivi sono sul fronte sindacale Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil, sul fronte datoriale Coldiretti, Confagricoltura e Cia.
Il nuovo ente si occuperà - come avviene negli altri settori economici dove sono stati costituiti soggetti paritetici - di formazione, salute e sicurezza, mercato del lavoro e regolarità. “E’ un impegno a cui lavoriamo da diversi mesi e siamo soddisfatti di aver raggiunto questo primo traguardo – dicono i tre segretari generali delle categorie sindacali, Maurizio Zabbeni, Fulvio Bastiani e Fulvio Giaimo - . Adesso comincia una fase ancora più impegnativa perché dovremo riempire di contenuti questo soggetto. Da ora comunque i lavoratori agricoli e le aziende del comparto hanno un punto di riferimento in più”.
Il nuovo ente avrà un ruolo importante nella tutela dei lavoratori, in quanto agirà anche sul piano della verifica del rispetto di tutte le norme contrattuali. Sarà anche possibile sviluppare importanti occasioni di formazione per far crescere sia gli addetti sia le imprese e opererà anche per facilitare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.
Con questa costituzione, inoltre, si pongono basi concrete per la creazione anche in Trentino della cabina di regia per la rete del lavoro agricolo di qualità, così come prevista dalla legge nazionale contro il caporalato. “Coinvolgendo tutti i soggetti interessati, dalla Provincia agli enti ispettivi, dai sindacati alle associazioni di imprese sarà possibile costruire un valido presidio per la prevenzione e l’individuazione di comportamenti irregolari. Come hanno dimostrato fatti recenti anche la nostra provincia non è immune a questo problema ed è fondamentale agire con tutti gli strumenti possibili. A vantaggio dei lavoratori e delle imprese oneste”, concludono i tre segretari.

UILA VERONA
Corso Venezia, 107 Verona (VR)
Telefono sede 045 9813561 - Fax 045 533776
e-mail: verona@uila.it   
PEC: uilaveronatrento@pec.it

UILA TRENTO
Via G. Matteotti 22, Trento (TN)
Telefono Segreteria 346 0210046 - Fax 045 533776

Sede di Bovolone
Via Paradiso 2c, Bovolone (VR)
Telefono e Fax 045 6901291

Sede di Castel D'Azzano
Via IV Novembre, 5 - 37060 Castel D'Azzano (VR)
Telefono 045 4858708

Sede di Legnago
Via della Repubblica, 1a Legnago (VR)
Telefono 0442 99545

Sede di Isola della Scala
Via Cavour 9, Isola della Scala (VR)
Telefono e Fax 045 7300472

Recapito di Ronco all'Adige
Viale Vittorio Veneto, 13 - Ronco all’Adige (VR)
Sala Civica Comunale - Stanza n.3
Telefono 345 7368946

Info e orari

 

Uil