Mantegazza Uila, ok Decreto Flussi Bis ma urge riformare politiche attive per l'agricoltura

mer 08 marzo 2023

“siamo assolutamente d’accordo sulla esigenza che il governo emani un decreto bis sui flussi focalizzato in particolare sull’agricoltura, perche’ la mancanza di manodopera e’ un dato reale. condividiamo anche la proposta di semplificazione, che viene avanti da piu’ parti, andando a pescare nella graduatoria, che si formera’ dopo il click day del 27 marzo, e che riguardera’ le migliaia di domande di lavoratori che saranno rimasti esclusi. detto questo pero’ vogliamo sottolineare come uila che queste soluzioni emergenziali hanno il fiato corto”, afferma stefano MANTEGAZZA, segretario generale uila uil, in merito al decreto flussi bis all’esame del governo, e aggiunge: “non e’ possibile arrivare tutti gli anni alla meta’ di marzo per accorgersi che c’e’ una necessita’ dell’agricoltura che invece e’ strutturale. e allora fermo restando il decreto bis sui flussi, noi chiediamo al governo di aprire un tavolo di confronto con le parti sociali per affrontare il tema delle politiche attive nel settore, in cui ragionare dell’incrocio tra domanda e offerta di lavoro dei progetti formativi che sicuramente devono valere per coloro che sono residenti in italia ma anche per tutti i lavoratori stranieri che arrivano dalle altre parti del mondo.” “MANTEGAZZA ricorda che i paesi che maggiormente garantiscono occupabilita’ sono romania, marocco, india e albania”, precisa la uila. “cominciamo da li’ con accordi con gli stati per fare della formazione in loco per insegnare i primi rudimenti della lingua italiana e anche formare le professionalita’ che servono. al di la’ di scelte piu’ strutturali che sono indispensabili, anche le modalita’ con cui i lavoratori stranieri possono candidarsi per inserirsi nel mercato del lavoro del nostro paese tramite i decreti flussi vanno urgentemente modificate. attualmente la domanda viene presentata dal datore di lavoro per ogni singolo lavoratore insieme a una sorta di ‘promessa di assunzione’ non vincolante”, spiega ancora il segretario generale. “un sistema ormai consolidato di intermediari italiani e dei paesi di origine, recluta questi lavoratori dietro pagamento di quote molto elevate (anche 10.000 euro) che comprendono la ‘promessa di assunzione’, il viaggio in italia e l’alloggio nella fase di attesa del perfezionamento della promessa di assunzione. e’ indispensabile rivedere queste procedure e superare queste modalita’ che fanno dell’intermediario una specie di caporale che si presta, dietro pagamento a sfruttare il lavoratore fin dalla sua venuta in italia”, sottolinea MANTEGAZZA, che prosegue: “invece di questa procedura, si potrebbe concordare con gli stati di provenienza, la messa a disposizione nel paese di origine di una piattaforma a cui i lavoratori interessati a migrare in italia per lavoro si iscrivono (senza pagare intermediari) nei numeri stabiliti dalle quote deliberate. i datori di lavoro interessati individuano i lavoratori di loro interesse tramite la proposta di un contratto stagionale con modalita’ definite tra le parti sociali. la formazione in loco a partire dell’autunno fino alla primavera consentirebbe di impartire le basi della lingua italiana e garantire una professionalita’ minima che potrebbe crescere di anno in anno. a conclusione del contratto stagionale, il lavoratore deve continuare a risultare iscritto ad una lista utilizzabile dai vari datori di lavoro anche per gli anni successivi, fino alla sua stabilizzazione con il riconoscimento di un permesso di soggiorno per motivi di lavoro”. “sembra difficile ma non lo e’. e’ semplicemente un mondo migliore dove le istituzioni e le parti sociali tagliano l’erba sotto i piedi ai caporali, alle aziende si garantiscono lavoratori formati e alle persone piu’ trasparenza e certezza di salario e di tutele”, conclude il segretario generale uila.

Fonte: AGRA PRESS è EDITATO da OUT-SIDER scarl
Via del Pantheon, 57
 00186 Roma

UILA VERONA
Corso Venezia, 107 Verona (VR)
Telefono sede 045 9813561 - Fax 045 533776
e-mail: verona@uila.it   
PEC: uilaveronatrento@pec.it

UILA TRENTO
Via G. Matteotti 22, Trento (TN)
Telefono Segreteria 346 0210046 - Fax 045 533776

Sede di Bovolone
Via Paradiso 2c, Bovolone (VR)
Telefono e Fax 045 6901291

Sede di Castel D'Azzano
Via IV Novembre, 5 - 37060 Castel D'Azzano (VR)
Telefono 045 4858708

Sede di Legnago
Via della Repubblica, 1a Legnago (VR)
Telefono 0442 99545

Sede di Isola della Scala
Via Cavour 9, Isola della Scala (VR)
Telefono e Fax 045 7300472

Recapito di Ronco all'Adige
Viale Vittorio Veneto, 13 - Ronco all’Adige (VR)
Sala Civica Comunale - Stanza n.3
Telefono 345 7368946

Info e orari

 

Uil

Informazioni sui cookie presenti in questo sito

Questo sito utilizza cookie tecnici e statistici anonimi, necessari al suo funzionamento. Utilizza anche cookie di marketing, che sono disabilitati di default e vengono attivati solo previo consenso da parte tua.

Per saperne di più x